Cos’è l’enoftalmo?

L’enoftalmo è lo spostamento progressivo o l’affondamento di entrambi i bulbi oculari per un certo periodo di tempo. A volte il processo di affondamento si verifica nel corso di diversi anni e altre volte può accadere in pochi minuti. È considerato un problema medico frequente ed è prominente negli Stati Uniti e globalmente allo stesso tasso di accadimento. Anche se il problema principale con enophtalmos è la deformità, soprattutto se il bulbo oculare affonda più di 2 mm (.08 in), ci sono rare occasioni in cui il paziente muore. La condizione può colpire una persona a qualsiasi età.

Se entrambi i bulbi oculari sono affetti da enofalmosi, può essere difficile per un medico diagnosticare la condizione, a meno che non siano state scattate vecchie foto o raggi x prima che si verificasse la condizione. In alternativa, se un bulbo oculare è interessato, il semplice confronto dei due occhi rende la diagnosi molto più semplice. Indipendentemente da ciò, uno specialista dovrebbe essere consultato se ci sono problemi con gli occhi.

Ci sono diverse cause di enoftalmo. Ad esempio, a volte la cavità orbitaria non si sviluppa correttamente dopo la nascita. In questi casi, l’osso o il tessuto smettono di crescere. In altri casi, la cavità orbitale si espande o vi è una diminuzione volumetrica del contenuto orbitale. Molte di queste cause sono il risultato di un intervento chirurgico o di altre condizioni secondarie. Occasionalmente, il problema potrebbe originarsi mentre la persona si sviluppa anche nell’utero.

L’enoftalmo può essere trattato medicamente, in molti casi. I trattamenti medici dipendono da ciò che ha causato la condizione. Ad esempio, se la malattia metastatica è responsabile, può essere suggerita la chemioterapia. Una volta che la malattia è sotto controllo, ci sono opzioni non chirurgiche per il paziente. Per coloro che devono sottoporsi ad intervento chirurgico, i medici possono provare a riparare una frattura orbitale o sostituire qualsiasi perdita volumetrica nell’area orbitale. Prima di sottoporsi a un intervento chirurgico, è meglio consultare un chirurgo oculo-plastico o un neuro-oculista.

Ci possono essere complicazioni se il paziente ha sofferto di enoftalmo per un lungo periodo di tempo. In alcuni casi, potrebbe esserci un grave trauma orbitale associato alla condizione. Tale trauma può causare cicatrici e rendere difficile la chirurgia, tuttavia, nella maggior parte dei casi, la condizione è curabile e la prognosi è eccellente.

Le persone che soffrono di enoftalmo devono essere istruite a non starnutire con la bocca aperta oa soffiarsi il naso. Tali attività mondane possono causare una frattura orbitale o addirittura cecità in qualcuno affetto da enoftalmo. Le attività devono anche essere monitorate per prevenire i traumi alla regione orbitale.

Cos’è il cancro cronico?

Il cancro cronico è una malattia delle cellule dei mammiferi e, come tale, può colpire tutti gli animali. Concentrandosi sul cancro umano, il cancro cronico è tipicamente una malattia terminale che è caratterizzata dalla crescita incontrollata e dalla proliferazione di cellule anormali nel corpo umano. Le cellule colpite potrebbero essere localizzate nei polmoni, nel cervello o persino nel sangue, tutte le cellule all’interno del corpo umano e tutti gli organi umani possono diventare cancerose. La maggior parte dei tumori si sviluppa a causa del danno accumulato al DNA, anche se più fattori di quelli noti possono giocare ruoli. Il DNA è un acido nucleico – una molecola biologica – che contiene informazioni genetiche e istruzioni su come sviluppare componenti specifici delle cellule umane.

L’istituto medico ha ideato una metodologia di raggruppamento allo scopo di classificare le fasi del cancro, dallo “stadio 0” allo “stadio IV”. Un tumore ufficialmente diagnosticato come “cancro cronico” è molto più difficile da trattare, i tumori in stadio IV e IV sono generalmente considerati cronici. I tumori dello stadio II sono localizzati in una singola area all’interno del corpo, ma sono in una fase avanzata. Lo stadio III è simile allo stadio II, ma dipende dalla gravità e dalla posizione anatomica del tumore. Il cancro allo stadio IV è molto serio, la designazione indica che il tumore ha metastasi – il che significa che il cancro si è diffuso ad altri organi in tutto il corpo umano. Quando il cancro ha metastasi, la malattia è terminale nella maggior parte dei casi.

Diversi tipi di cancro cronico – come la leucemia cronica allo stadio IV e il cancro polmonare in stadio III – mostrano una varietà di sintomi nell’individuo afflitto. I sintomi che un individuo sperimenta durante le fasi successive del cancro cronico dipendono interamente dalla localizzazione e dalla progressione della malattia. Ad esempio, un malato di cancro al polmone in stadio III potrebbe manifestare sintomi come mancanza di respiro, tosse secca persistente e tosse con sangue. Un paziente affetto da leucemia cronica allo stadio IV potrebbe soffrire di estrema stanchezza e sanguinamento anomalo. La prognosi globale a lungo termine per il cancro cronico è desolante, soprattutto perché i tumori nelle fasi successive di cui sopra sono notoriamente difficili da trattare. Se i trattamenti tradizionali, tra cui la chemioterapia e le radiazioni, non funzionano, i pazienti possono scegliere di interrompere il trattamento e concentrarsi esclusivamente sul controllo dei sintomi aspri e del dolore associato alla malattia, spesso con farmaci per il dolore come la morfina.

Cos’è un test di coordinazione oculare?

Un test di coordinazione oculare, noto anche come test di coordinazione occhio-mano, fornisce uno sguardo sulla relazione tra reattività visiva e fisica. Un test di coordinazione oculare rientra nella più ampia categoria di test di coordinazione, test che si concentrano sulla capacità di spostare e controllare armoniosamente due diverse parti del corpo. La coordinazione oculare è un’abilità motoria rudimentale che inizia a svilupparsi sin dalla nascita e per una corretta visione gli occhi devono lavorare in armonia. Ogni occhio vede un’immagine leggermente diversa e le immagini sono fuse insieme nel cervello per creare un’immagine coerente. Le mani rispondono a questi segnali visivi per svolgere diversi compiti come scrivere, leggere o prendere una palla.

La coordinazione oculare è sviluppata attraverso la pratica. Gli individui con scarso controllo dei muscoli oculari possono avere una scarsa coordinazione oculare e possono mostrare segni evidenti della presenza di un problema. I tipici segni di problemi di coordinazione oculare comprendono mal di testa, affaticamento degli occhi e vertigini. I bambini con una coordinazione oculare sottosviluppata possono evitare compiti che dipendono da questa abilità, comprese le attività di lettura o di compiti a casa che implicano un’attenzione oculare intensa.

In generale, un optometrista eseguirà un test di coordinazione oculare su un bambino piccolo durante una visita programmata. Il test verrà generalmente fornito come parte di un esame completo della vista che esamina la capacità del bambino di vedere a distanza, di mettere a fuoco con gli occhi e la loro chiarezza di visione. Quelli con scarsa coordinazione oculare spesso soffrono di altre condizioni oculari come l’occhio incrociato, una condizione in cui gli occhi sono fuori allineamento. Di solito, la scarsa coordinazione oculare è curabile una volta risolta la condizione dell’occhio sottostante. Anche se lo sviluppo scorretto del controllo dei muscoli oculari è la causa del problema, è anche generalmente trattato con successo con terapia della vista, farmaci e occhiali da sole.

La buona coordinazione mano-occhio è anche utile nello sport. Le mani di un giocatore di baseball, ad esempio, devono essere in grado di reagire rapidamente a una palla che può vedere arrivare ad alta velocità. Test di coordinazione oculare che valutano le prestazioni sportive sono spesso dati da allenatori sportivi come parte di una valutazione fisica. Uno di questi test è fare in modo che l’atleta si trovi di fronte a un muro, lanciando e afferrando una palla. Durante il test, l’atleta può usare solo una mano alla volta, e con ogni presa o lancio la palla passa da una mano all’altra.

L’attività sportiva regolare aiuterà naturalmente a migliorare il coordinamento. Periodicamente, misurare e registrare i risultati di un test di coordinazione oculare può aiutare a valutare i miglioramenti della destrezza con il passare del tempo o indicare che sono necessari ulteriori sviluppi. I tempi di reazione, la velocità con cui una risposta è presa a uno stimolo visivo, possono anche essere combinati con un test di coordinazione oculare per misurare più accuratamente le prestazioni atletiche.

Cos’è la rinite allergica?

La rinite allergica è un’irritazione delle vie nasali causata dall’esposizione a un allergene. Si può anche sentire rinite allergica denominata “febbre da fieno” o semplicemente “allergie” ed è un problema di salute molto comune in tutto il mondo. Ci sono una varietà di modi per trattare e far fronte alla rinite allergica, che vanno dall’uso di farmaci prescritti per sopprimere la risposta immunitaria agli allergeni all’utilizzo di agopuntura nel trattamento delle allergie.

Questa condizione è causata da una risposta aggressiva del sistema immunitario nei passaggi nasali, innescata dall’inalazione di polline, sostanze chimiche e altri potenziali allergeni. I passaggi nasali diventano irritati e gonfi, e il paziente sperimenta starnuti, naso che cola, lacrimazione, prurito, affaticamento e talvolta difficoltà a respirare. Una volta che la risposta immunitaria si attenua, anche i sintomi della rinite svaniscono.

Esistono due tipi di rinite allergica: perenne e stagionale. La rinite stagionale di solito si verifica in tarda primavera e in estate, quando numerose piante emettono polline, aumentando il carico di allergeni nell’aria. La rinite perenne è causata dall’esposizione costante ad allergeni come detergenti domestici, peli di animali domestici e così via. Alcune persone che soffrono di rinite sperimentano anche sinusite, in quanto i loro seni intasati e infiammati diventano irritati e infetti.

Uno dei trattamenti più basilari per la condizione è evitare l’allergene. Quando questa non è un’opzione, gli antistaminici possono essere utilizzati per mitigare la reazione allergica e anche i farmaci antiallergici prescrittivi possono essere d’aiuto. L’irrigazione nasale sembra alleviare la rinite allergica e l’uso di spray nasali può ridurre la quantità di irritazione e aumentare il comfort per il paziente. La condizione può anche essere trattata con l’agopuntura.

Portare un fazzoletto durante un periodo di rinite allergica è una buona idea, perché soffiare il naso aiuterà a sgombrare i passaggi nasali e ridurre l’irritazione. Per le persone con naso estremamente gocciolante, l’irritazione nasale aiuterà anche a ridurre la quantità di muco prodotto, almeno per un breve periodo di tempo. L’irrigazione nasale può essere utilizzata prima di una riunione, una lezione o qualsiasi altro evento importante in modo che il malato di allergia non debba annusare e sniffare attraverso l’evento.

Alcune persone indossano maschere in ambienti in cui sono presenti allergeni per ridurre il numero di allergeni inalati. La condizione può anche essere talvolta prevenuta con l’uso di colpi di allergia, una serie di colpi che desensibilizzano il corpo agli allergeni. Tuttavia, i colpi di allergia non sono disponibili per tutti gli allergeni e non sono sempre consigliabili. Un medico può aver bisogno di valutare il caso individuale di un paziente per prendere la decisione migliore sui colpi di allergia.

Qual è la prima adolescenza?

La prima adolescenza è lo stadio della crescita e dello sviluppo umano che si verifica a 12 o 13 anni e solitamente associato con l’inizio della pubertà. È anche un periodo nello sviluppo infantile caratterizzato da cambiamenti fisici, emotivi e di personalità. Un tempo di rapido sviluppo, questa fase è considerata l’inizio del periodo di maturazione. La crescita dipende specificamente dall’aumento delle secrezioni di ormoni da parte delle ghiandole surrenali e dell’ipofisi, nonché dagli organi sessuali. Queste secrezioni naturali del corpo causano gli organi sessuali nella prima adolescenza per iniziare a crescere fino alla loro dimensione matura.

All’inizio dell’adolescenza, o prima adolescenza, quasi tutti i giovani sperimentano lo scatto di crescita dell’adolescenza, una rapida serie di cambiamenti fisici. Questi cambiamenti includono un aumento del tasso di crescita del corpo accompagnato dallo sviluppo di peli pubici e ascella, cambiamenti strutturali e funzionali degli organi riproduttivi incluso lo sviluppo delle ghiandole mammarie nelle femmine e lo sviluppo della ghiandola sudoripare che di solito causa l’insorgenza di acne . Nei maschi e nelle femmine, questi cambiamenti avvengono in tempi diversi, con le femmine che sperimentano lo scatto di crescita un po ‘prima rispetto ai maschi. Di solito, il primo segno della prima adolescenza nelle femmine è l’allargamento del seno, ma l’inizio effettivo dell’adolescenza è segnato dall’insorgenza delle mestruazioni nota come menarca. Nei maschi, l’aumento delle dimensioni degli organi riproduttivi, lo sviluppo della ghiandola prostatica e l’ingrandimento della scatola vocale sono spesso i primi segni della prima adolescenza.

Durante la prima adolescenza, lo sviluppo cerebrale rapido di solito ha luogo in quanto la capacità di pensiero dei giovani di solito diventa superiore a quella dei bambini. La maggior parte degli psicologi ritiene che la prima adolescenza segna l’inizio dei giovani ad avere la capacità di ragionare in modo logico, gestire idee astratte, connettersi tra causa ed effetto e fare generalizzazioni. Alcuni psicologi, tuttavia, sostengono che l’accresciuta capacità intellettuale è il risultato dell’accumulo di conoscenza e sensibilità per l’ambiente, non in funzione dell’età.

Lo sviluppo emotivo e i cambiamenti di personalità avvengono anche all’inizio della prima adolescenza. Molti psicologi, tuttavia, credono che lo sviluppo emotivo avvenga con la tensione emotiva causata dal risveglio sessuale degli adolescenti. Questa credenza non è accettata da altri psicologi, poiché considerano il risveglio sessuale come uno dei tanti adattamenti che potrebbero portare alla ricerca di un’identità consolidata. Tuttavia, gli effetti complessivi delle trasformazioni fisiche, dello sviluppo intellettuale e dei cambiamenti emotivi e di personalità contribuiscono tutti alla formazione di una nuova auto-definizione.

L’adolescenza è spesso considerata una fase di transizione stressante, con tutti i cambiamenti che i giovani subiscono per raggiungere la piena maturità. Pertanto, è necessario che i genitori e gli altri adulti forniscano una serie di valori che i giovani possono imparare a emulare come parte dell’adattamento che devono apportare. Il gruppo di pari fornisce anche un criterio attraverso il quale i giovani acquisiscono una prospettiva sui propri valori. Aiuta anche gli adolescenti a compiere una transizione per raggiungere l’autosufficienza e l’indipendenza.

Che cos’è l’insufficienza venosa cronica cerebrospinale?

Insufficienza venosa cronica cerebrospinale è una condizione emodinamica teorica che è stata proposta come possibile causa di sclerosi multipla. La sclerosi multipla è una malattia in cui i nervi degenerano nel tempo, causando problemi di muscoli, movimento, visione e sensazione. La teoria dell’insufficienza venosa cronica cerebrospinale comporta restringimento nelle vene che drenano il sangue dal cervello e dal midollo spinale. È stato suggerito che la pressione si accumula in queste vene anormali, rallentando la velocità con cui il sangue deossigenato lascia il cervello e lasciando il tessuto cerebrale a basso contenuto di ossigeno. Anche il sangue può tornare nel cervello e le cellule immunitarie e i globuli rossi possono fuoriuscire dalle vene nel tessuto cerebrale, causando o aggravando la sclerosi multipla.

In Italia, nel 2009, il dott. Paolo Zamboni ha avanzato la tesi secondo cui l’insufficienza venosa cronica cerebrospinale (CCSVI) potrebbe contribuire al danno osservato nei sistemi nervosi dei pazienti con sclerosi multipla. Ha pubblicato i risultati di uno studio pilota che ha concluso che la CCSVI era fortemente associata alla sclerosi multipla. Zamboni ha utilizzato l’imaging ecografico per diagnosticare l’insufficienza venosa cerebrospinale cronica e questo ha continuato a essere il metodo più frequentemente utilizzato. Durante la procedura diagnostica, le vene che drenano il cervello e il midollo spinale vengono valutate per una serie di anomalie tra cui restringimento, flusso di ritorno del sangue e mancanza di flusso sanguigno. Uno degli studi di ricerca di Zamboni ha scoperto che i pazienti con sclerosi multipla avevano una proporzione molto più alta di queste anomalie rispetto a un gruppo di controllo sano.

Altre ricerche che sono state pubblicate hanno mostrato risultati che sono in conflitto con i risultati di Zamboni e vi sono controversie sull’insufficienza venosa cronica cerebrospinale. In alcuni studi non sono state riscontrate differenze nel flusso sanguigno tra i pazienti con sclerosi multipla e il gruppo di controllo. Non tutte le persone con sclerosi multipla possono essere diagnosticate come CCSVI utilizzando la tecnica ad ultrasuoni. È possibile che la procedura a ultrasuoni non sia il modo migliore per diagnosticare la condizione, e una tecnica a raggi X nota come venografia potrebbe essere più adatta. Alcuni ricercatori non sono convinti che la CCSVI rappresenti una condizione reale.

Una tecnica è stata sviluppata per trattare l’insufficienza venosa cerebrospinale cronica, in cui le vene ristrette si allargano gonfiando all’interno palloni speciali. Questa procedura è nota come angioplastica. Lo scopo del trattamento è migliorare i sintomi della sclerosi multipla.

Sebbene ci siano state segnalazioni informali di risultati positivi in ​​pazienti con sclerosi multipla in seguito a questo tipo di chirurgia, sono necessarie molte più ricerche per determinare se rappresenti un trattamento efficace. Non è stato ancora stabilito che l’insufficienza venosa cronica cerebrospinale sia un disturbo reale, se si verifica più spesso in associazione con la sclerosi multipla e se è una causa della malattia. La ricerca scientifica futura può fornire risposte.

Cos’è il mixoma atriale?

Un mixoma atriale è un tumore che si sviluppa sul setto atriale, di solito sul lato superiore sinistro o destro del cuore. La crescita è benigna e non comporta alcun rischio di cancro. La condizione può causare diversi problemi medici a fianco di sintomi generali, tra cui insufficienza cardiaca ed embolia. Ai pazienti con diagnosi di mixoma atriale viene consigliato dai medici di far rimuovere il tumore il prima possibile.

La condizione è classificata come un tumore cardiaco primario, il che significa che è uno dei pochi tumori che hanno origine direttamente nel cuore. Circa il 75 percento dei casi di mixoma atriale si sviluppa dalle cellule mesenchimali situate nella parte sinistra dell’atrio. In circa il 10% dei casi riportati, i mixomi sono ereditari e crescono in più aree del cuore. I pazienti con un mixoma atriale ereditario presentano spesso sintomi in età precedenti rispetto a quelli le cui condizioni non sono ereditarie.

I pazienti che soffrono di un mixoma atriale sperimentano diversi sintomi cardiaci e respiratori. Tra i sintomi più comunemente riportati vi sono dolore toracico, palpitazioni cardiache da medie a gravi e mancanza di respiro. Inoltre, i pazienti potrebbero anche soffrire di improvvisa perdita di peso inspiegabile, grave nausea e gonfiore anormale nelle cifre e in altre parti del corpo. I casi più gravi di mixoma atriale possono provocare morte improvvisa a causa di cellule tumorali che si staccano e provocano emobolismi fatali, o bloccando il flusso di sangue all’interno del cuore. È anche possibile che pezzi di un mixoma atriale trovino la loro strada verso gli occhi e il cervello, causando danni significativi agli organi.

La diagnosi per un mixoma atriale inizia con un esame approfondito della storia clinica e dei sintomi del paziente. Il fattore di rischio è aumentato per i pazienti con parenti che hanno sofferto della condizione e per le pazienti di sesso femminile. La crescita spesso altera il flusso di sangue nel cuore, risultando in suoni anormali quando esaminati con uno stetoscopio. Se i medici sospettano la presenza di un tumore, possono eseguire diversi test per esaminare visivamente il cuore. Questi includono test elettrocardiogramma (ECG), risonanza magnetica (MRI) del cuore e radiografie del torace.

Se rilevato, un mixoma atriale deve essere immediatamente rimosso chirurgicamente per evitare il rischio di morte improvvisa. I chirurghi dovrebbero assicurarsi di rimuovere qualsiasi traccia della crescita, dal momento che qualsiasi cellula di mixoma lasciata può svilupparsi in nuovi tumori. Nei casi gravi, il danno al cuore sarà abbastanza grave da richiedere la sostituzione della valvola mitrale.

Cos’è un cesareo elettivo?

Un taglio cesareo elettivo, o sezione C elettiva, è quando una madre sceglie di consegnare il bambino chirurgicamente e la procedura è programmata in anticipo. Madri e operatori sanitari scelgono i cesarei eletti per una serie di motivi, compresi casi in cui un parto vaginale può essere troppo rischioso, o quando una madre ha paura del dolore o degli effetti collaterali del travaglio e del parto vaginale. Sebbene la sicurezza e i benefici di questa procedura siano controversi, i cesarei eletti sono in aumento negli Stati Uniti.

I parto cesareo elettivo sono talvolta raccomandati dai medici perché una condizione fisica o di salute indica che una donna non sarà in grado di somministrare un bambino vaginalmente. Le donne con ipertensione arteriosa o problemi cardiaci, o bambini che sono eccezionalmente grandi potrebbero avere complicazioni durante un parto normale che richiederebbe un cesareo di emergenza. I medici potrebbero raccomandare di programmare la procedura perché i cesarei eletti sono considerati più sicuri dei cesarei di emergenza.

Alcune donne optano per un cesareo elettivo perché ritengono che la procedura sia più sicura di un parto normale, perché temono il dolore e il trauma di un parto vaginale, o perché sono preoccupate per i possibili effetti collaterali di un parto normale, come la disfunzione sessuale o incontinenza. Altre donne preferiscono la convenienza di programmare un parto perché consente loro di pianificare il tempo libero dal lavoro, l’assistenza all’infanzia per gli altri bambini e l’aiuto domiciliare.

C’è una grande quantità di polemiche sui cesarei eletti, in particolare nei casi in cui non è necessario dal punto di vista medico, a causa dei maggiori rischi per la madre e il bambino. La procedura è di solito programmata a 39 settimane di gravidanza, ma a meno che non si conosca la data esatta del concepimento, è possibile che un bambino venga consegnato prematuramente, il che può portare a problemi respiratori e neurologici perché il cervello e i polmoni si sviluppano rapidamente ultime settimane di gestazione.

Sebbene negli ultimi anni ci siano stati grandi progressi nelle procedure chirurgiche con antibiotici migliori e tecniche chirurgiche e di monitoraggio più raffinate, un taglio cesareo elettivo è ancora un importante intervento chirurgico addominale e le nuove mamme potrebbero avere difficoltà a riprendersi dall’intervento e a prendersi cura dei loro neonati. Vi è un’aumentata probabilità di problemi infermieristici con i bambini trattati con cesareo perché la produzione di latte potrebbe non essere sufficiente per i bambini consegnati troppo presto, e perché l’allattamento al seno può essere estremamente doloroso per una madre il cui addome sta guarendo. Inoltre, i cesarei per le nascite successive sono più probabili dopo che una donna ha avuto un cesareo.

Cos’è l’Ecopsicologia?

L’ecopsicologia, chiamata anche psicologia verde, psicologia centrata sulla terra e psicologia ambientale, si occupa della convinzione che l’uomo, al fine di godere di una mente sana, di pace e felicità, debba essere in armonia con la Terra. Alcune persone che hanno abbracciato i principi dell’ecopsicologia sostengono anche che l’uomo deve essere in armonia con il cosmo che influenza il pianeta Terra. Si potrebbe dire che questo sistema di credenze si basa non solo su varie forme di psicologia tradizionale ma anche sulla spiritualità, perché i seguaci credono che i disturbi mentali, l’infelicità, la violenza e altri problemi osservati nelle società di tutto il mondo siano in realtà il risultato di una alienazione dell’uomo dalla natura e dai suoi ritmi di vita.

Gli ecopsicologi non solo credono che il problema delle persone psicologicamente disturbate sia la loro alienazione dalla natura, ma anche che devono cercare una motivazione di base per abitudini ambientali distruttive, alcune persone sperano che questo pensiero sia la risposta per molte menti disturbate e individui violenti . Nonostante le spiegazioni offerte dai fondamenti dell’ecopsicologia, ci sono molte persone che identificano quelli che ritengono essere gravi difetti nella filosofia alla base della disciplina. Ad esempio, gli ecopsicologi etichettano la partecipazione di una persona ad attività distruttive, violente e criminali come espressione di un innato bisogno di appartenenza. Sostengono, tuttavia, che ciò di cui la persona deve appartenere o adattarsi è il mondo naturale che li circonda, non un particolare gruppo di persone. Molti di coloro che non sono d’accordo con questo modello di pensiero dicono che ci sono fonti antiche considerate come scritture che confutano una tale diagnosi, etichettando un comportamento come i peccati derivanti da un’alienazione da Dio, non dal mondo naturale creato da Dio.

Molti argomenti contro gli insegnamenti di ecopsicologia che non sono stati confutati non si basano né sulla psicologia né sulla spiritualità, piuttosto si potrebbe dire che sono basati sulla storia. Tutte le forme di ecopsicologia affermano costantemente che la malattia mentale e il disturbo, la violenza, la distruzione e la crudeltà sono tutte espressioni di un’alienazione dalla natura – un’alienazione che scomparirà diventando una cosa sola con la Terra. La storia rivela, tuttavia, che durante i tempi antichi c’era molta violenza, malattia mentale, turbamento e infelicità, quando le persone rispettavano il loro ambiente, respiravano aria pulita, bevevano acqua pulita, apprezzavano la bellezza naturale e mangiavano cibi sani da agricoltura biologica.

I credenti in ecopsicologia affermano che i problemi dell’uomo non possono essere risolti senza considerazione per il suo ambiente naturale e che i problemi del mondo naturale non possono essere risolti senza considerazione dell’uomo. Gli ecologi, tuttavia, incoraggiano gli ecopsicologi a ricordare che le leggi della scienza non devono essere ignorate anche quando si tratta della mente e dello spirito. Dicono che la Terra è capace di esistere senza la presenza di un solo uomo per occuparsene, ma attualmente l’uomo non può esistere senza la Terra, dalla quale ottiene cibo, riparo, medicine naturali, aria e acqua.

Cos’è l’ecografia Doppler?

L’ecografia Doppler è la tecnologia che emette un tono ad alta frequenza per misurare il suo “rimbalzo” da un oggetto di densità variabile, così come il movimento e la velocità di qualsiasi cosa all’interno dell’oggetto. Ha applicazioni in una varietà di campi, compresi quelli militari e industriali, ma è meglio conosciuto come mezzo per l’imaging medico. L’area pelvica di una donna incinta ha osso semisolido, tessuto muscolare denso e fluido acquoso. Gli ultrasuoni possono distinguerli. La capacità aggiuntiva di misurare lo “spostamento Doppler” nell’onda sonora riflessa può inoltre determinare, ad esempio, se il sangue pompato fuori dal cuore di un bambino non ancora nato è sufficientemente evoluto e sano.

Il principio di base degli ultrasuoni è il sonar – la capacità di ecolocalizzazione dei pipistrelli e dei delfini di “vedere” non a vista, ma emettendo uno scatto acuto o un grido e quindi valutando le caratteristiche del suo riflesso dalle superfici e dalle cose nel loro spazio vitale. Un esempio dell’effetto Doppler è una macchina che passa davanti a un pedone stazionario. All’avvicinarsi dell’auto, il suono del suo motore viene sentito aumentare progressivamente fino a un passo notevolmente più alto, e mentre l’auto passa e si ritira, il suono diminuisce corrispondentemente di tono. La sua velocità e il suo suono sono costantemente costanti, ma le onde sonore generate dal motore vengono effettivamente compresse o allungate dal suo movimento. Un pedone cieco può valutare le caratteristiche di questo passo del cambio e fare una buona determinazione della direzione e della velocità del movimento dell’auto.

L’effetto Doppler fu teoricamente articolato da un omonimo fisico austriaco nel 1842, ma non per altri cento anni quell’ecografia, visivamente grafica o visualizzazione del suono, divenne un campo scientifico vigoroso. L’ecografia Doppler, che richiedeva la misurazione continua di minuscole variazioni delle frequenze del suono riflesso nel tempo, richiedeva sistemi elettrici ed elettronici corrispondentemente più precisi e veloci. I miglioramenti nei dispositivi medici che utilizzano l’ecografia Doppler continuano a essere sviluppati, specialmente nella sonda di contatto e nella visualizzazione dei dati.

Le sonde cablate degli ultrasuoni sono trasduttori elettroacustici, che convertono l’energia elettrica in energia sonora e viceversa. Il suono generato da loro non può essere sentito o sentito dagli esseri umani – da 1 a 18 megahertz in frequenza, variabile per penetrare più a fondo nei tessuti umani. Un ultrasuono Doppler potrebbe emettere un tono continuo, ma la maggior parte dei modelli trasmette il tono e riceve i suoi echi come una successione di impulsi molto rapidi. Il vantaggio di quest’ultimo è che può essere anche analizzato un singolo impulso, come la traduzione del ritardo temporale dell’eco in distanza e la creazione di immagini tridimensionali più accurate.

La maggior parte degli schermi sonogram Doppler sono computazioni digitali dei dati audio codificati elettronicamente in una migliore ricreazione dell’anatomia del corpo reale. Un’area della ricerca sonografica in corso è quella di affinare ed esaurire esattamente il modo in cui ogni tipo di tessuto umano assorbe alcuni e riflette alcune di tutte le frequenze all’interno della gamma di questi strumenti. I programmi per computer per la traduzione di display vengono aggiornati di conseguenza con informazioni nuove e più reali.

Un dispositivo medico a ultrasuoni Doppler misura la direzione e la velocità delle cose nel corpo umano con un alto livello di precisione. L’applicazione più comune è la valutazione del movimento del sangue, come il flusso diminuito dell’arteria bloccata di un cuore o il riflusso inverso di una delle sue valvole indebolite. È anche un prezioso strumento aggiunto per monitorare lo sviluppo di un feto nell’utero misurando sia la propria circolazione del sangue sia la buona percentuale di scambio di liquidi con la madre.