Cos’è la sindrome del displasico Nevus?

La sindrome del nevo displastico si riferisce a una condizione cutanea caratterizzata dalla presenza di una o più talpe atipiche. Una talpa atipica è una che è più grande del solito o anormale in qualche altro modo. Conosciuto anche come nevi displastici familiari, questa sindrome tende a funzionare in alcune famiglie dove non è raro trovare due o più membri della famiglia che presentano nevi displastici. Si ritiene che gli individui con sindrome del nevo displastico abbiano un aumentato rischio di sviluppare melanoma.

Il melanoma è un tumore maligno che può apparire in qualsiasi parte del corpo ed è considerato il più grave di tutti i tumori della pelle. Un nevo displastico o una talpa atipica spesso cresce come risultato dell’esposizione alla luce solare e può diventare maligno. Gli individui con una talpa non hanno necessariamente un cancro della pelle, ma hanno un rischio maggiore di sviluppare il cancro della pelle, in particolare se la talpa è atipica.

In alcuni casi, il melanoma familiare può essere causato da scelte di stile di vita o fattori ambientali. Può anche essere causato da fattori genetici. La sindrome del nevo displastico non è il cancro, ma spesso è un precursore del cancro della pelle che richiede monitoraggio e test regolari. Quando le talpe diventano cancerose, vengono definite come sindrome familiare atipica multi-talpa-melanoma o semplicemente sindrome FAMMM.

Conosciuto anche come sindrome della talpa B-K o sindrome della talpa atipica, la sindrome del nevo displastico è solitamente caratterizzata dalla presenza di più moli atipici in cui il pigmento di alcune delle talpe sembra sanguinare nella pelle. Non solo queste talpe sono generalmente più grandi di una talpa media, ma sembrano anche di colore diverso, come l’abbronzatura rosata o il marrone rosato. Queste lesioni tendono anche a comparire principalmente su parti del corpo esposte alla luce solare, ma possono anche essere presenti in aree che non ricevono molta esposizione al sole. Mentre la maggior parte delle persone con la sindrome del nevo displastico ha più talpe atipiche a volte superiori a 200, alcune ne hanno solo una.

La sindrome del nevo displastico è diagnosticata da un medico specializzato in oncologia che di solito può dire dall’aspetto della talpa se la sindrome è presente o meno. Un medico si informerà anche sulla storia familiare di un paziente per scoprire se uno o più parenti sono stati colpiti dal melanoma. Una volta diagnosticata la sindrome del nevo displastico, un medico sottopone a biopsia la talpa per determinare se sia maligna e fotografarla per monitorare i cambiamenti della talpa in asimmetria, diametro e colore nel tempo.