Cos’è la profonda dislessia?

La dislessia profonda è anche nota come dislessia acquisita o alessia. È una delle due forme di dislessia. A differenza della dislessia evolutiva, la dislessia acquisita non è presente alla nascita. La dislessia acquisita si verifica quando parti del cervello che si occupano di lettura e linguaggio sono danneggiate. Una persona con dislessia acquisita poteva leggere ed elaborare correttamente il linguaggio visivo prima che si verificasse il danno.

La dislessia è una condizione che influenza il modo in cui una persona legge, elabora e interpreta il linguaggio visivo. La ricerca ha dimostrato che sebbene la dislessia sia neurologica, è anche dovuta a una carenza di consapevolezza fonemica. Quando una persona non ha consapevolezza fonemica, i suoni non possono essere collegati correttamente alle lettere. Con la dislessia profonda, le parole risultano errate durante la lettura e la comprensione. Una persona con questo tipo di dislessia ha acquisito sufficiente conoscenza dei fonemi e dei suoni delle parole, ma elaborano errori nel cervello.

La dislessia profonda è il risultato del danno al lato dominante del cervello di una persona. Più comunemente, il danno si verifica sul lato sinistro. In rari casi, questa forma di dislessia si verifica dal danno ai lobi parietali o occipitali del cervello. È estremamente raro trovare questa dislessia dopo un ictus, ma è possibile. Il danno che porta a questo tipo di dislessia è spesso il risultato di un’infezione che si è diffusa al cervello o a causa di forti colpi alla testa che hanno causato danni permanenti.

Gli errori semantici sono più comuni con la dislessia profonda rispetto ad altre forme. La semantica è il processo in cui il cervello connette le parole e i loro significati. Questa forma di dislessia prende una parola che viene letta e la cambia con un significato o con una parola strettamente correlata. Ad esempio, la parola errore potrebbe apparire come la parola errata o la parola “tabella” potrebbe apparire come la parola “sedia”.

Sebbene la dislessia profonda presenti dei problemi con la capacità di leggere ad alta voce, non è un compito completamente impossibile. Per molti dislessici che hanno acquisito questa condizione, le aree nel lato non danneggiato del cervello sono in grado di compensare il lato danneggiato. Se, ad esempio, c’è un danno dell’emisfero sinistro, l’emisfero destro potrebbe essere in grado di compensare. Sfortunatamente, questo può accadere solo se c’è abbastanza conoscenza fonetica e semantica immagazzinata nella memoria di un dislessico.

Il trattamento per la dislessia profonda è simile ai trattamenti per la dislessia evolutiva. In questo caso, l’attenzione è focalizzata sulla costruzione della consapevolezza fonetica. Il tutoring inizia con l’identificazione dei singoli suoni delle lettere e dei loro simboli di rappresentazione. Da quel punto, la difficoltà aumenta con suoni graduali e parole piene vengono introdotte gradualmente.