Che cosa è il danno cerebrale al lobo frontale?

Come indica il nome, il lobo frontale si trova nella parte anteriore del cervello. Il danno cerebrale al lobo frontale è causato da lesioni e traumi che si verificano nella parte anteriore della testa, causando lesioni cerebrali. Mentre è coinvolto in varie funzioni cerebrali, come pianificazione, autoconsapevolezza, strategie alteranti e comportamento spontaneo, la funzione primaria del lobo frontale è il controllo motorio. Il danno cerebrale del lobo frontale è definito da specifiche carenze nel comportamento, tra cui la menomazione motoria, una perdita di spontaneità e difficoltà nel cambiare le strategie. Il danno può anche comportare una mancanza di autocoscienza, problemi con la pianificazione e l’afasia di Broca, una condizione che porta a difficoltà di linguaggio.

Situato verso la parte posteriore del lobo frontale è la corteccia motoria primaria, che è composta da molti diversi neuroni che sono collegati a diversi muscoli in tutto il corpo. Come tale, questa regione del cervello è direttamente coinvolta nella funzione motoria e nel controllo muscolare. La connessione tra la corteccia motoria primaria e i diversi muscoli è controlaterale, il che significa che la corteccia motoria primaria destra controlla il lato sinistro del corpo e la corteccia motoria primaria sinistra controlla il lato destro del corpo. A causa di questa connessione controlaterale, il danno alla corteccia motoria primaria produce paralisi, o una perdita di movimento, verso il lato del corpo opposto a quello in cui si è verificato il danno cerebrale del lobo frontale.

Il danno cerebrale del lobo frontale può anche causare deficienze in altre risposte comportamentali, come un rallentamento dei processi mentali e una mancanza di spontaneità. Un paziente con questo tipo di deficit può ancora avere una reazione nei confronti degli eventi nel suo ambiente, ma dimostrerà difficoltà nell’iniziare il comportamento. Questo tipo di danno cerebrale può anche causare problemi ai pazienti che alterano le strategie e applicano nuove strategie a diversi problemi.

Sulla parte sinistra del lobo frontale si trova l’area di Broca. L’area di Broca controlla i muscoli coinvolti nella parola e molti neuroni trovati in quest’area contengono sequenze di memoria per i movimenti muscolari necessari per pronunciare le parole. Quando questa area è danneggiata, un paziente soffrirà di una condizione chiamata afasia di Broca, una condizione che causa un deterioramento del linguaggio. Il paziente avrà difficoltà a ripetere le parole e gli oggetti di denominazione, ma la comprensione delle parole rimarrà intatta.

Inoltre, ci sono una varietà di problemi che possono svilupparsi a causa del danno cerebrale del lobo frontale. Una perdita di autocoscienza può diventare ancora più evidente, e i pazienti con lobi frontali danneggiati sono considerati avere personalità blande. Queste persone diventano indifferenti verso eventi che altrimenti dovrebbero avere un effetto emotivo. Il danno cerebrale del lobo frontale causa molti deficit, ma uno dei più gravi è una difficoltà nella pianificazione. Questo tipo di deficit rende la vita di tutti i giorni una lotta, in cui compiti semplici, come tenere un posto di lavoro, diventano una sfida.