Cos’è un MSG Allergy?

L’allergia al glutammato monosodico è una grave reazione allergica al glutammato monosodico, un popolare esaltatore di sapidità utilizzato in molti tipi di cucina. Le allergie di questo tipo comprendono sintomi pronunciati che comprendono l’insorgenza di nausea grave, crampi e dolore all’addome e lo sviluppo di un’eruzione cutanea. Nei casi peggiori, un’allergia a MSG può causare difficoltà a respirare o addirittura provocare uno shock anafilattico.

Mentre molte persone sperimentano qualche tipo di reazione all’ingestione di MSG, è più comune che la reazione sia considerata un’intolleranza al composto. Nausea relativamente leggera, stomaco acre o feci molli caratterizzano l’intolleranza al glutammato monosodico. La principale differenza tra un’allergia e un’intolleranza ha a che fare con l’impatto che la sostanza ha sul sistema immunitario e la gravità della reazione.

C’è qualche dibattito nella comunità medica sul fatto che l’allergia al glutammato monosodico sia un vero fenomeno medico. Una scuola di pensiero sostiene che mentre i sintomi possono essere gravi, sono spesso più indicativi di un’intolleranza e richiedono un trattamento semplice da correggere. Altri ritengono che se i sintomi producono una reazione grave che mette in pericolo la vita piuttosto che semplicemente scomoda e scomoda, la classificazione del fenomeno come allergia è più coerente.

Indipendentemente dal fatto che la condizione sia indicata come un’allergia al MSG o un’intolleranza, resta il fatto che ottenere una diagnosi e cercare un trattamento è molto importante. Come con qualsiasi tipo di allergia alimentare, un medico qualificato può eseguire test per determinare se il consumo di MSG è la causa principale dei problemi di salute. In tal caso, è possibile ottenere un’intolleranza o una diagnosi di allergia e intraprendere un percorso di intolleranza o trattamento allergico appropriato per la situazione attuale del paziente.

Dopo il compito di diagnosticare le allergie o le tendenze di intolleranza, ci sono diversi corsi di azione possibili. Il primo consiste nel trattare i sintomi causati dall’allergia o dall’intolleranza al glutammato monosodico. La maggior parte dei trattamenti prevede la somministrazione di farmaci orali o iniezioni per portare sollievo al paziente. In rari casi, il paziente può essere tenuto durante la notte in un ospedale per osservazione, se i sintomi sono abbastanza gravi da meritare questo livello di risposta.

Indipendentemente dal fatto che la condizione sia classificata come allergia al MSG o intollerante, non c’è dubbio che l’individuo dovrebbe evitare il consumo di cibo preparato usando il glutammato monosodico. Ciò può comportare l’evitamento di alcuni ristoranti noti per utilizzare questo esaltatore di sapidità nella loro preparazione alimentare, così come l’acquisto di carni nei supermercati e nelle macellerie in cui non viene aggiunto MSG.